Domande Frequenti

Cucciolo di cane - 0-3 mesi

A che età si deve fare il trattamento contro i vermi?

I cuccioli di cane possono entrare in contatto con i parassiti in diversi modi: la madre potrebbe averlo contaminato durante la gestazione o durante l'allattamento, oppure il cucciolo è entrato in contatto con i parassiti tramite le feci di altri cani. Il primo trattamento contro i vermi intestinali può essere effettuato, su indicazione del veterinario, verso la quarta settimana di vita, intorno ai 30 giorni. Il secondo trattamento può essere fatto intorno all'ottava settimana, verso i 50 giorni di vita.

Cucciolo di cane - 0-3 mesi

Il cucciolo ha gli occhi chiusi: mi devo preoccupare?

Nella prima settimana di vita è normale che un cucciolo di cane abbia gli occhi chiusi. Il primo senso che sviluppa è infatti l'olfatto, grazie al quale riconosce la mamma e i fratelli. Gli occhi di un cucciolo di cane si aprono normalmente tra la seconda e la terza settimana di vita. Se ciò non accade rivolgiti al tuo veterinario.

Cucciolo di cane - 0-3 mesi

A che età spuntano i denti al cane?

In un cucciolo di cane i primi denti da latte cominciano a spuntare intorno ai venti giorni. Dalla quarta settimana di vita, cioè intorno al mese dalla nascita, dovrebbe essere riconoscibile la dentatura completa da latte composta da 28 denti.

Cucciolo di cane - 0-3 mesi

Quando cominciare lo svezzamento del cucciolo?

Fino alla quarta settimana il cucciolo dovrebbe nutrirsi solo del latte materno o, nel caso in cui non ci sia la madre, del latte in polvere apposito per cuccioli di cane. Lo svezzamento può cominciare dal mese di vita, o almeno da quando il cucciolo comincia a disinteressarsi del cibo della madre. All'inizio è bene proporre cibi morbidi, come mousse o paté per cuccioli in fase di svezzamento. Lo svezzamento termina intorno alla sesta settimana di vita, quando il cucciolo non dovrebbe più aver bisogno del latte materno o in polvere. Da questo momento si può nutrire con cibo solido. In tutte queste fasi è fondamentale la supervisione del veterinario per controllare che il cucciolo cresca regolarmente.

Cucciolo di cane - 3-6 mesi

Dove far dormire i cuccioli di cane?

È bene abituare da subito i cuccioli di cane a dormire da soli. Per questo occorre preparare un posto tranquillo della casa con un cuscino grande e morbido ricoperto da un lenzuolo su cui il cane possa sentirsi a proprio agio e protetto.

Cucciolo di cane - 3-6 mesi

Dove mettere la ciotola per il cibo del cane?

Come prima cosa è fondamentale che ci siano 2 ciotole: 1 per l'acqua, che deve essere fresca e sempre a disposizione; 1 per il cibo, che deve essere posizionata solo al momento dei pasti e raccolta a fine pasto. Le ciotole per l'acqua e il cibo vanno messe in un punto della casa facilmente accessibile, riparato ma non eccessivamente isolato, e che deve rimanere sempre lo stesso affinché il cane associ quel luogo della casa al cibo e all'acqua.

Cucciolo di cane - 3-6 mesi

A che età cominciare il training educativo?

Fino ai 2 mesi di vita i cuccioli dovrebbero vivere con la madre, acquisendo da lei le regole e i comportamenti sociali dei cani. Dal sessantesimo giorno il cucciolo di cane entra nel periodo sensibile detto di imprinting durante il quale è più ricettivo nell'apprendere le regole di casa, il rapporto con il proprietario e gli umani, quello con altri cani e animali, l'obbedienza a richiami e comandi, l'abitudine a sporcare fuori casa e a stare al guinzaglio. Questa fase dura dalla terza alla sedicesima settimana di vita ed è questo il periodo consigliato per un training efficace.

Cucciolo di cane - 3-6 mesi

Quando cominciare a mettere il collare al cane?

È importante che il cucciolo prenda confidenza molto presto con il collare e già dal secondo mese di vita lo si può abituare gradualmente a portarlo, anche se ancora non si esce di casa per la passeggiata. Le prime volte non gradirà il collare, sentendosi costretto e reagendo in modo movimentato. È consigliabile associare il momento del guinzaglio con qualcosa di piacevole, per esempio il pasto o uno snack di premio, ignorare le sue rimostranze ed evitare di strattonarlo o forzarlo. In breve tempo il cane si abituerà al collare.

Cucciolo di cane - 6-9 mesi

A che età un cane ha il suo primo calore?

Il calore è una fase del tutto individuale nella vita di un cane. Mediamente un cane raggiunge la maturità sessuale tra il 7° e il 10° mese di vita, ma alcuni possono anticipare, più spesso i cani di piccola taglia, e altri ritardare, indipendentemente dalla razza. È fondamentale sapere che un cane femmina è fertile, quindi potrebbe incorrere in una gravidanza, fin dal primo calore, e perciò è importante saper riconoscere i sintomi del calore e conoscere il ciclo riproduttivo, eventualmente informandosi con il proprio veterinario.

Cucciolo di cane - 6-9 mesi

Davvero i cuccioli non vengono morsi dagli altri cani?

No, falso. Se all'interno della cucciolata la madre può tollerare qualche comportamento contraddittorio, questo non avviene quando un cucciolo di cane entra in contatto con cani adulti ed estranei. Per esempio il comportamento eccessivamente vivace del cucciolo potrebbe innervosire un cane adulto non ben socializzato che potrebbe reagire in modo aggressivo, anche mordendo. Per questo è importante essere estremamente attenti alle prime uscite in società con il cucciolo di cane.

Cucciolo di cane - 6-9 mesi

Il cucciolo disobbedisce, è aggressivo, non ascolta, non risponde ai comandi: cosa devo fare?

Tra i 5 e gli 8 mesi di vita i cani entrano nella fase della loro adolescenza in cui si sommano sviluppo ormonale e fase di ordinamento del branco in cui l'animale comprende il suo ruolo sociale. Come per gli adolescenti umani occorre pazienza, non bisogna pensare di riportarlo alla condizione di cucciolo ma accompagnarlo verso l'età adulta. In particolare è importante far rispettare le regole di casa, si può prevedere un rinforzo di training con un educatore ed è utile passare ancora più tempo a giocare con il cane. Il gioco, anche per i cani, non è solo un modo per sfogarsi ma anche per costruire una relazione stabile e coerente con gli umani.

Cucciolo di cane - 6-9 mesi

È obbligatorio vaccinare il cane?

In Italia sono 4 i vaccini consigliati per i cani: quelli contro parvovirosi, cimurro, epatite, leptospirosi. Idealmente, e su indicazione del medico veterinario, il programma delle vaccinazioni dovrebbe cominciare verso le 6-8 settimane. In occasione della prima vaccinazione al proprietario è rilasciato il libretto delle vaccinazioni sul quale sono annotati i richiami e che può essere richiesto nel caso di viaggi all'esterno. La legislazione circa le vaccinazioni varia infatti da Stato a Stato. Altre vaccinazioni, come quella contro la rabbia o la borreliosi, possono essere consigliate dal veterinario in base al luogo di residenza o alle abitudini dell'animale.

Cucciolo di gatto - 0-3 mesi

Anche i gattini devono essere sverminati?

In generale anche i gatti, e in particolare i gattini, possono essere infestati da parassiti e vermi intestinali. In particolare i micini possono contrarre i vermi dalla mamma, se ne è portatrice, durante la gestazione o l'allattamento, oppure entrarvi in contatto tramite l'ambiente. Prima di sverminare un gattino è bene rivolgersi al proprio veterinario che valuterà l'opportunità e la tipologia del trattamento in base a peso, dimensioni, abitudini e ambiente di vita del micino. In linea generale si può cominciare il percorso di sverminazione a partire dalla sesta settimana di vita con richiami fino al sesto mese di vita.

Cucciolo di gatto - 0-3 mesi

Il gattino ha gli occhi chiusi: è malato?

No, nella prima settimana di vita i gattini hanno gli occhi chiusi, è del tutto normale: deve abituarsi alla luce naturale e aprirà gli occhi verso la seconda settimana di vita. I gattini sono anche sordi, con i canali auricolari sigillati: si aprono intorno al 17° giorno di vita. Ciononostante il gattino è in grado di riconoscere la mamma e i suoi fratellini tramite l'olfatto, il primo senso che si sviluppa in un cucciolo di gatto. Per il primo mese di vita è anche normale che il micino passi gran parte del tempo a dormire, muovendosi lo stretto indispensabile per nutrirsi del latte materno.

Cucciolo di gatto - 0-3 mesi

Quando il gattino può mangiare cibi solidi?

Non prima che gli siano spuntati i primi denti da latte, tra la quarta e la sesta settimana di vita. La dentatura definitiva sostituirà gradualmente i denti da latte intorno al settimo mese di vita del gatto.

Cucciolo di gatto - 0-3 mesi

Quando cominciare lo svezzamento del gattino?

Lo svezzamento è la fase del passaggio dal latte materno al cibo solido. Gradualmente si può cominciare a proporre al gattino del cibo solido a partire dalla quarta settimana di vita. In tutta la fase dello svezzamento il cucciolo di gatto alternerà il latte materno, o quello in polvere nel caso di cuccioli senza la madre, al cibo solido, che sia umido oppure secco e ammorbidito con dell'acqua. Dalla sesta settimana dovrebbe essere in grado di mangiare del cibo solido ammorbidito, dai 2 mesi di vita di mangiare del cibo solido come le crocchette e intorno ai 3 mesi di vita si può considerare concluso lo svezzamento.

Cucciolo di gatto - 3-6 mesi

Un tiragraffi è utile fin da subito?

Al momento della nascita un gattino è incapace di estrarre e ritirare le unghie, una abilità che sviluppano intorno al 30° giorno di vita. Da questo momento i gattini cominciano anche a sentire l'esigenza di affilare le proprio unghie e di conoscere il mondo attraverso il gioco: un tiragraffi è una soluzione pratica e utile per dare al gattino un posto speciale dove farsi le unghie, giocare ed eventualmente riposare.

Cucciolo di gatto - 3-6 mesi

Quando una gattina ha il primo calore?

Indicativamente il primo calore di una gatta arriva al sesto mese di vita e da questo momento la gattina è in grado di riprodursi. In alcune gattine può essere anticipato anche al quarto mese, in altre ritardate di un paio di mesi. Al contrario di quanto avviene con i cani, il calore nei gatti non produce ovulazione né perdite ematiche e l'unico modo per riconoscere il primo calore è dal cambiamento repentino del comportamento.

Cucciolo di gatto - 3-6 mesi

A che età il gattino comincia a utilizzare la cassettina per i bisogni?

Nelle prime 3 settimane di vita i gattini non sono in grado di controllare gli impulsi dei loro bisogni ed è la madre che, leccandoli, li stimola a farli. Dalla terza settimana, seguendo la madre, il gattino apprende di andare a sporcare in un punto lontano da dove riposa e mangia. Dalla quarta o quinta settimana i gattini cominciano a copiare il comportamento della madre e a recarsi per i bisogni nella cassettina igienica: è in questa fase che diventa importante che per ciascun gatto di casa ci sia a disposizione una cassettina con una lettiera adatta, ovvero inodore, non polverosa e sempre pulita.

Cucciolo di gatto - 3-6 mesi

Quali sono le vaccinazioni obbligatorie per i gattini?

Finché il gattino si nutre del latte materno è protetto dagli anticorpi presenti nel colostro. Dalla settimana circa, quando cala l'apporto di latte a favore di cibo solido, la protezione comincia a diminuire ed è il momento di rivolgersi al veterinario per valutare un percorso di vaccinazioni che tenga conto delle condizioni del gatto, delle sue abitudini e della zona geografica in cui vive. In Italia le vaccinazioni consigliate sono 3, contro la rinotracheite (herpes virus), la calicivirosi (calici virus) e la gastroenterite virale (panleucopenia), di solito conosciuta come trivalente. Altre vaccinazioni possono essere suggerite dal veterinario o richieste nel caso di viaggi all'esterno. A una prima vaccinazione solitamente segue un richiamo dopo 2 o 4 settimane. In occasione della prima vaccinazione il veterinario fornisce anche al proprietario il libretto sanitario, da custodire con attenzione.

Cucciolo di gatto - 6-9 mesi

Quanto deve mangiare un gattino?

I micini passano gran parte del proprio tempo a giocare, saltare, arrampicarsi e scoprire il mondo che li circonda. Un impiego di energie davvero intenso che può significare un fabbisogno calorico di circa 150 Kcal per ogni Kg di peso. In questa fase hanno bisogno di una dieta adeguata nell'apporto di calcio e fosforo, e di proteine, vitamine e sali minerali per lo sviluppo delle ossa, dei denti e della muscolatura. Dietro indicazione del veterinario può essere utile scegliere alimenti specifici per cuccioli e gatti junior, seguendo le indicazioni per le porzioni riportate sulla confezione.

Cucciolo di gatto - 6-9 mesi

Il gattino mordicchia mani e piedi: lo lascio fare?

I cuccioli di gatto hanno la tendenza a giocare con mani e piedi, mordicchiandole e considerandole come delle "prede" da catturare. È una tendenza da fermare da subito per due motivi. Il primo è che, una volta cresciuto il gatto, potrebbe diventare un gioco doloroso. Il secondo è che potrebbe replicare questa modalità anche con estranei o bambini che volessero accarezzare il gatto, con conseguenze spiacevoli.

Cucciolo di gatto - 6-9 mesi

Quando un gattino può uscire di casa?

La possibilità di uscire di casa e gironzolare per il giardino è una grande risorsa per i gatti ma è anche fonte di pericoli per lui e ansia per i proprietari. Sicuramente è importante non lasciarlo gironzolare libero prima di aver terminato le vaccinazioni ed eventualmente essere stato sterilizzato: le gattine potrebbero incorrere in una gravidanza già al primo calore mentre i gatti maschi potrebbero allontanarsi anche parecchio e rimanere coinvolti in risse con altri gatti, riportando ferite e infezioni. Vaccinazioni e sterilizzazione si fanno entro il 6° mese di vita, un'età alla quale i gatti sono in grado di badare da soli a se stessi.

Cucciolo di gatto - 6-9 mesi

Quando sterilizzare una gattina?

La decisione di sterilizzare o meno una gattina è individuale e da valutare con i consigli del proprio veterinario. Tuttavia è consigliabile effettuare l'intervento di sterilizzazione prima del primo calore, ovvero circa al sesto mese di vita della gatta. Non esistono controindicazioni mediche a un intervento di sterilizzazione di una gatta adulta, a meno di particolari condizioni dell'animale, tuttavia sterilizzando la gatta prima del primo estro si riducono le possibilità di tumore alla mammela e si evitano gravidanze indesiderate. Anche i gatti maschi possono essere sterilizzati ed è consigliato farlo intorno al sesto mese di vita, prima dell'insorgere dell'istinto di accoppiamento.